giovedì 1 novembre 2012

Stagione di zafferano

Ecco è passato un'altro anno...le foglie ingialliscono e l'autunno finalmente fa la sua piena dichiarazione: pioggia, freddo, ma anche abbondanza di tante bune cose che in campagna ti fanno ricredere che l'estate non sia stata così malvagia.
E' tempo di zafferano di olive di semine e raccolti, di erba nuova e pecore felici, di pioggerelle leggere e di gocce come macigni, profumo di funghi e erba dolce che le pecore strappano al pascolo. E' tempo anche di mettere a posto stufe e legna per l'inverno e di conoscere nuovi amici che si spera ti accompagneranno lungo il cammino diverso che abbiamo scelto


Zafferano?! Come al solito questi bulbi di crocus "fuori stagione" sanno cosa fare, quando spuntare e come fiorire al momento giusto proprio prima che arrivi la prima calata di freddo vero e in 2 o 3 giorni concentrano la fioritura ubriacando le api e i bombi.


Questi erano i primi giorni di fioritura





Bei bocciolini come tanti soldatini in fila 





Ed ecco il raccolto del giorno prima della fioratura


Questi invece sono i pistilli freschi...volete vedere quanto sono ridotti quando sono secchi? EHH la foto non l'ho fatta perchè un po' mi sono demoralizzata...erano veramente pochi!

Nonostante tutto quest'anno è stato un buon raccolto e a Natale avremo pane dolce profumato di fiori di zafferano.



4 commenti:

Paola Murgia ha detto...

che bello!!! trovo veramente affascinante lo zafferano, dallo splendido fiore al sapore in cucina

Anonimo ha detto...

... se non è zafferano, è lana. Con la lana si fanno tante cose. Ciauuuuu. Kora Kora

Marta ha detto...

Ciao, ti ho scoperta un po' per caso su promiseland ed eccomi qui sul tuo bel blog, ora l'ho aggiunto fra i preferiti, se non abitassi così lontana di prenderei un po' di lana. A presto.
Marta

La tribù della valle dei cavalli ha detto...

Grazie a tutti per i commenti, continuate così
@Paola il fiore dello zafferano è bellissimo e la spezia, per quanto buona possa essere non è mai profumata come il fionre, ma è l'unica parte che si può conservare. Le api si ubriacano e i bombi molto spesso si infilano nel cesto e devo cercarli prima di entrare in casa.
@Kora kora! Non me lo dire, a casa nostra le mani non si fermano mai!
@Marta mi fa piacere che ci hai trovato, ma magari farai una vacanza e passerai da queste parti...non si sa mai intanto seguici sul blog che aggiorno quanto è più possibile.