giovedì 23 febbraio 2012

Se mi vedesse la mia prof. di latino!

Questo fine settimana parteciperemo a un convegno che si intitola "Cultura?"
Ora non starò a dilungarmi sul fatto che molta più gente di quello che ci si aspetti è interessata al sapere che si stà perdendo, quanto sul fatto che per tutta la vita mi risuoneranno nella testa le parole della mia professoressa di latino del liceo. Mi ripeteva sempre che ero soltanto "braccia rubate all'agircoltura" come se questo fosse l'insulto peggiore che avesse potuto farmi!
Da che ho cominciato il liceo non mi ricordo di avere mai avuto un giudizio migliore di 6 in latino....quando mi andava bene.....e in un caso ho anche preso 2--*. (Perchè meno non avrebbe potuto darmi). E tutte le volte che la prof. mi diceva la storia dell'agricoltura io mi immaginavo in un bel campo di grano giovane in primavera, il profumo dolce di quell'erbetta alta non più di 20 cm che ancora è tenera e vigorosa, con il vento che ti porta nel naso l'aria appena tiepida e il sole che ti riscalda dall'inverno. Ebbene mi son sempre chiesta dove fosse l'offesa nella frase perchè poi aprendo gli occhi mi ritrovavo in una scuola di cartongesso dove il soffitto era tutta una muffa e le luci al neon aumentavano lo squallore.
Oggi invece mi sento molto più fortunata, devo dire che ogni giorno imparo dall'osservazione della natura, ogni giorno mi spingo a migliorare e mi sento molto più utile per me stessa e per gli altri producendo cibo, lana , vino, piccoli oggetti di tutti i giorni con le mie mani. Ogni giorno la mente è stimolata a progredire non a imparare a memoria quello che gli altri hanno scritto migliaia di anni fa, ma a prendere le loro esperienze e farle attuali.
Forse alle volte i cattivi insegnanti sevono anche a rendere il tuo futuro diverso da quello che ti saresti aspettato, forse ti fanno rendere conto che si può dare molto di più essendo protagonisti del proprio destino e non semplici osservatori di quello degli altri. Ti danno la scossa che ti serve.

Per tornare al convegno, che non è alla sua prima edizione ma alla decima se non vado errata. Spero di portare un po' di cultura del saper fare a tanta gente, per dimostrare che alla fine tutti possiamo fare del nostro meglio per un mondo sostenibile.
Valentina

3 commenti:

Dario ha detto...

Bravissima Vale, sei riuscita a trasmettere una grande verita' e tante sensazioni che pochi sappiamo cogliere.
Ti invidio un pochino...non e' semplice essere tranquilli con se strssi.

Massimo A. ha detto...

Se ti vedesse molto probabilmente proverebbe una certa invidia, visto che lei ha dovuto svendere la sua vita torturando di noia giovani con le idee confuse sul proprio futuro, in una scuola di cartongesso ammuffita.
Beh, anche io, ti confesso, provo un po' d'invidia (e due!) :-)

Olly ha detto...

...mi unisco e facciamo 3??!! ;o)